La violenza sulle donne non si dimezza

Apprendiamo con sconcerto la decisione della Regione Veneto di dimezzare i fondi destinati al finanziamento dei centri anti violenza e dei rifugi per le donne. 
Gli enti locali e le associazioni, che favoriscono la tutela e la promozione delle donne, non possono rimanere da soli a combattere una battaglia difficile. La violenza sulle donne, sia essa fisica o psicologica, non è semplicemente un fatto, ma una drammatica situazione che preclude alle donne la possibilità di autodeterminarsi, rimanendo così invischiate nel gioco di potere di stampo maschilista. 
Crediamo che ci sia la necessità di rendere i servizi sempre più attivi e capillari nei nostri territori, anche con l’aiuto delle sovvenzioni pubbliche che non possono essere così facilmente riallocate. 
La Regione Veneto, infine, dimostra ancora una volta la sua insensibilità rispetto alla promozione dei diritti e della parità di genere.

Il Direttivo
ArciLesbica Queerquilia  

Treviso, 13 luglio 2014 





0 comments:

Posta un commento