Love is Love - Video Contest



Il Coordinamento LGBT Treviso – con il patrocinio del Comune di Treviso, assessorato all’istruzione – invita le Scuole Superiori della città a partecipare con i propri lavori a un concorso creativo, basato sulla realizzazione di video per contrastare l’omofobia e la discriminazione. 
“Love is Love – video contest” si propone di coinvolgere attivamente le studenti e gli studenti per dare loro l’opportunità di sperimentare nuovi linguaggi e processi creativi, da condividere con adulti e coetanei, all’interno e all’esterno del contesto scolastico. 

Il Concorso è stato ideato allo scopo di intrecciare la tematica della discriminazione e dell’omofobia con la risorsa delle nuove forme di comunicazione, in quanto:
1. Ragazze e ragazzi sperimentano forme di prevaricazione fin dalla scuola elementare, e più spesso di quanto si immagini, le offese riguardano proprio l’identità di genere e l’orientamento sessuale. Secondo la Ricerca Transnazionale Schoolmates (2007), più di un ragazzo su tre sente continuamente a scuola termini denigratori nei confronti dell’omosessualità rivolti a coetanei; tali eventi si verificherebbero in particolare durante i tempi non strutturati e nei cosiddetti luoghi “interstiziali” (bagni, mensa, corridoi ecc.). Le aggressioni verbali sono spesso accompagnate anche da fenomeni di esclusione sociale, insulti tramite social network, e violenza fisica vera e propria. Non sono da dimenticare infine i drammatici casi di suicidio. E’ da sottolineare che fenomeni di omofobia e discriminazione non sono unicamente diretti a ragazze e ragazzi omosessuali ma coinvolgono anche studenti etero.
2. I nuovi strumenti di comunicazione vengono spesso considerati unicamente un luogo da controllare, sorvegliare, e sul quale intervenire per censurare fenomeni di cyberbullismo. Se tali rischi esistono innegabilmente, è altrettanto importante considerare i social network e i media come una risorsa imprescindibile! Essi rappresentano infatti sempre maggiormente il luogo in cui si incontrano esperienze, si mettono in rete linguaggi, percorsi, si narrano storie, e si generano nuove percorsi di vita. 


A partire da questi presupposti, “Love is Love – video contest” rappresenta l’occasione per riflettere da un punto di vista originale, sull’omofobia e la discriminazione, tematiche sociali storiche e attuali allo stesso tempo. Attraverso la progettazione e la realizzazione del video, ragazze e ragazzi avranno la possibilità di sperimentare la propria creatività e acquisire competenze comunicative; la rappresentazione infatti, proprio attraverso l’integrazione di diverse forme di linguaggio, costituisce un modello di comunicazione efficace intra e intergenerazionale.
“Love is Love – video contest” si pone l’obiettivo di stimolare e valorizzare la presenza di riflessioni all’interno della scuola, quale luogo privilegiato nel quale generare e promuovere la cultura delle pari opportunità, contro ogni forma di discriminazione. Tali iniziative, infatti, non possono prescindere dal contesto scolastico, e rappresentano un’attività formativa che permette di intrecciare diverse discipline, e sviluppare al contempo capacità riflessiva e competenze critiche nelle ragazze e nei ragazzi.

I temi che le e i partecipanti dovranno sviluppare per il 2014 sono:
“IL BULLISMO OMOFOBICO”
“L’AMORE AI TEMPI DELL’ESCLUSIONE”

La giuria sarà composta da:
Una / un rappresentante dell’Amministrazione Comunale
Le e i componenti del Coordinamento LGBT TREVISO
Un’esperta / un esperto di cinema e linguaggi multimediali

La giuria valuterà principalmente le seguenti caratteristiche:
• integrazione di diverse forme di linguaggio (corpo, movimento, voce, suoni, immagini ecc.)
• riferimenti impliciti / espliciti a fatti di attualità, che denotino una riflessione sulla tematica
• narrazioni che evadono le consuete aspettative / decostruiscono stereotipi e luoghi comuni
• rappresentazioni in cui sia valorizzata la possibilità di scelta e la creazione di alternative
• la partecipazione di ragazze e ragazzi in qualità di attori, autori e promotori del processo creativo-educativo

0 comments:

Posta un commento