Nasce il Gruppo Sordi LGBTIQ Veneto




Ciao a tutte,

sono una socia di ArciLesbica Queerquilia.

Da anni studio la cultura sorda e le lingue dei segni italiana e americana.

In queste righe, senza grandi pretese, vorrei darvi qualche breve informazione sull'argomento per far emergere alcune sfumature della nostra bandiera arcobaleno.
In Italia uno su mille è sordo o sorda.
Il novantacinque dei bambini\e sorde nasce da famiglie udenti.
Parte della comunità sorda utilizza come lingua madre la Lingua dei Segni Italiana (LIS) e non l'italiano. E' una lingua a tutti gli effetti che, malgrado le sollecitazioni della comunità europea, non è ancora stata riconosciuta come tale dal nostro Stato. I sordi da anni lottano per il diritto alla comunicazione in LIS e al servizio di interpretariato LIS, per i sottotitoli nella TV italiana e tanto altro nell'indifferenza dalla comunità italiana.
La discriminazione dei sordi da parte del mondo degli udenti è qualcosa di profondamente radicato nell'ignoranza e presunzione, come la stessa discriminazione nei confronti dell'omosessualità.
Come tra gli udenti, anche tra i sordi l'omosessualità è presente, è repressa, e osteggiata dalla comunità. Far parte di una minoranza dove l'informazione non è una cosa scontata, ma una battaglia quotidiana rende l'omosessualità e la sua libera espressione qualcosa di davvero difficile da gestire e comunicare.

Per questo motivo l'anno scorso ho creato assieme ad un gruppo di sordi e sorde un video contro l'omofobia in LIS per denunciare attraverso una lingua ANCORA NON LINGUA i pregiudizi della società italiana nei confronti della diversità nelle sue molteplici manifestazioni, dall'omosessualità alla sordità. Il video ha creato tra i sordi la voglia di uscire allo scoperto alla luce del sole, malgrado le difficoltà e i problemi di integrazione che devono affrontare tutti i giorni con gli udenti. Qualche settimana fa parte dei sordi che avevano partecipato al primo video hanno deciso di costituirsi come gruppo ufficiale di gay sordi in Veneto per diventare un nuovo punto di riferimento per i sordi e le sorde. Il gruppo è su Facebook con il nome SORDI LGBTIQ VENETO.
Abbiamo fatto quindi un secondo video (in LIS con i sottotitoli) invitando tutti i sordi e le sorde interessate a far parte del gruppo iscrivendosi su Facebook per poter partecipare al nostro primo appuntamento che sarà il 21 marzo in veneto.

La speranza è che i sordi non rimangano chiusi nel gruppo virtuale, ma che vengano all'appuntamento nella vita reale. Chi verrà vedrà!


0 comments:

Posta un commento