CONCORSO SPOT 2011 SECONDA EDIZIONE

Quella…piace più alle donne che agli uomini.

Era un momento storico buio e tempestoso. C’era chi urlava: “Tu ruby, tu ruby!” e chi rispondeva: “Io lavoro, io lavoro!”. Le donne erano state rapite tutte e condotte nelle prigioni degli studi televisivi. Lì erano tenute prigioniere dalla Milizia Armata del Maschilismo. La M.A.M. le costringeva a lavori forzati di apparente quiete ma di intenso sforzo. Alle donne era vietato arrabbiarsi, dovevano essere svestite e accomodanti, al lavoro come in tram. Non dovevano sudare, né avere nessun pelo; era loro vietato interessarsi a lavori di bricolage o cambiare ruote bucate delle auto. Erano costrette a esibire le tette se le avevano floride e sode. Venivano scartate da ogni professione se le tette tali non erano o se ne erano quasi sprovviste. Se si adiravano non erano ascoltate, ma tollerate bonariamente come affette da premestruo. Non potevano indossare nessun tipo di indumento che non fosse rivolto a esaltare le loro forme, anzi coprirle se lontane dalla sacra legge della pubblicità. Vietato sembrare stanche o anemiche o troppo  abbronzate. Soprattutto era vietato sembrare intelligenti. Dovevano preoccuparsi di essere assolutamente femminili…, ma chi decideva la femminilità non era altro che la Milizia, così come la stessa decideva cosa fosse la maschilità. Il velinismo aveva lasciato deserte le città. Erano rimaste in giro solo alcune donne, di cui la M.M.A. si occupava pochissimo, quasi per nulla: non le considerava affatto donne, ma brutti esseri inutili. Tra loro ce n’erano di ogni tipo e anche quelle che piacevano più alle donne che agli uomini! Un diverso tipo di donna!
Adesso che conosci questa fiaba, che come tutte le fiaba prende spunto dalla realtà, continua tu a scriverla. Dicci perché le lesbiche sono belle. Dicci dove e quando e come ti piacciono. Aspettiamo che ce lo racconti in uno spot, di 60 secondi al massimo. Raccontaci la tua idea di bellezza. Anche questo vuol dire dare una mano a cancellare maschilismo e omofobia. Non dirci che siamo tutte belle. Dicci chi è e cosa fa una bella, secondo te.  Mostraci com’è, secondo te, la bellezza femminile che piace di più alle donne che agli uomini.  Ci basta il tuo video, che sia girato col telefonino o in modo professionale…fai tu. Ti aspettiamo.
L’opera PRIMA CLASSIFICATA riceverà un PREMIO IN DENARO DI 500 EURO. Alla seconda e alla terza sarà consegnata una menzione di merito.
I PRIMI TRE SPOT CLASSIFICATI SARANNO PROIETTATI ALMILANO MIX FESTIVAL, EDIZIONE 2011.
LA SCADENZA E’ FISSATA PER IL 15 MAGGIO 2011.
Modalità di partecipazione e bando: http://arcilesbica.it/

0 comments:

Posta un commento